Autor: Diego Meozzi e Paola Arosio
miércoles, 07 de mayo de 2008
Sección: Noticias
Información publicada por: Stonepages
Mostrado 12.909 veces.


Ir a los comentarios

Ayuda las "Stone Pages"

Ayuda las "Stone Pages" para la selección de los mejores megalitos de la España del Norte

Para la selección de los mejores megalitos de la España del Norte

Queridos amigos,
entendemos y leemos bastante espanol, pero no lo hablamos muy bien. Por lo tanto os escribimos en italiano con algunas palabras en espanol, esperando que entendais esto mensaje. Si preferis, podemos enviar el mismo mensaje en ingles tambien.

Siamo Diego Meozzi e Paola Arosio, dos periodistas italiani che nel 1996 hanno creato Stone Pages (http://www.stonepages.com), la prima guia ai monumenti preistorici d'Europa mai apparsa sul Web. Da allora il nostro sito si è espanso e oggi conta più di 4500 pagine e viene visitato da una media di 1,7 milioni di persone all'anno.

Una delle principali faltas del nostro sito è l'assenza di una sezione dedicata agli antichi monumenti della penisola iberica. Abbiamo quindi deciso di risolvere la questione e a partire dal prossimo 20 maggio 2008 trascorreremo un mese nella Spagna del Nord, con l'intento di visitare, rilevare e fotografare i più bei siti megalitici di Aragón, Asturias, Baleares, Castilla y Léon, Castilla-La-Mancha (solo Guadalajara), Cataluña, Galicia, La Rioja, Madrid, Navarra e País Vasco. In autunno (settembre/ottobre 2008) contiamo poi di trascorrere un altro mese visitando i siti de la Espana del sur.

Esatmos trabajando a questo progetto già da diverso tempo e abbiamo raccolto molti dati, realizzando un database di oltre 2200 siti megalitici del nord della Spagna. A questo punto avremmo bisogno del vostro aiuto per selezionare i monumenti più significativi del territorio, sia dal punto di vista della spettacolarità del sito, sia da quello della significatività del sito mismo e dei reperti encontrados o degli studi e las excavaciones effettuati.

L'intento è quello di presentare ai visitatori del nostro sito Web i monumenti veramente inolvidables, in modo che gli appassionati di megaliti possano conoscere gli esempi migliori esistenti in terra di Spagna. Il nostro sueno è quello di ampliare la consapevolezza del grande pubblico sull'esistenza di questi monumenti, creando idealmente un turismo responsabile degli antichi monumenti d'Europa e contribuendo a conservarne la memoria, impedendo che vengano dimenticati, abbandonati o distrutti. 

Considerando il tempo a disposizione, le nostre precedenti esperienze e il fatto che avremo con noi nuestros hijos pequenos, contiamo di poter visitare al massimo un centinaio di siti nel nord della Spagna. Saremmo quindi veramente molto felici se poteste aiutarci nella selezione, segnalandoci i siti migliori ed eventualmente quelli non presenti nelle nostre liste. Dato poi che nella gran parte dei casi i siti non dispongono di una localizzazione precisa, ogni eventuale riferimento GPS (longitudine / latitudine) ci sarebbe di grandissimo aiuto.

Se volete partecipare al nostro progetto, vi preghiamo di inviare un messaggio a diego@stonepages.com, specificando la regione spagnola alla quale siete interessati e noi provvederemo ad inviarvi la lista relativa, in modo che possiate fornirci le vostre indicazioni e consigli.

Gracias por la ayuda e arrivederci a presto in Spagna!

Paola Arosio e Diego Meozzi

Visit the stone pages

Escribe aqu? el segundo bloque de texto de tu art?culo


No hay imágenes relacionadas.

Comentarios

Tijera Pulsa este icono si opinas que la información está fuera de lugar, no tiene rigor o es de nulo interés.
Tu único clic no la borarrá, pero contribuirá a que la sabiduría del grupo pueda funcionar correctamente.


  1. #1 Stonepages 07 de mayo de 2008

    Gracias Cossue por tus comentarios - en nuestro base de datos tenemos 957 sitios gallegos y la elecciòn de los mejores es muy dificil... 

    I due dolmen erano già nella nostra lista (molto bella la foto dell'incisione antropomorfa), ma purtroppo dovremo rinunciare a visitare anche los Castros, dato che almeno in questa fase siamo interessati soprattutto a:

    • Cistas
    • Círculos líticos
    • Dolmenes
    • Menhires
    • Túmulos
    • Otras tumbas
    Per caso hai le coordinate esatte GPS per i due dolmen (Barbanza 1 / Caseta do Paramo y Axeitos) e per A Pedra da Cabras?


    Ancora grazie e a presto

  2. #2 Stonepages 07 de mayo de 2008

    Gracias amigos!


    Llug - El dolmen de Santa Cruz es fantastico! Y la "Llastra da Filadoira" no era en nuestra lista de sitios... Se vuoi controllare i 18 siti di Asturias che abbiamo inserito nel nostro database, puoi scaricare questo documento pdf (1 MB) dal nostro sito. Potrai trovare le nostre valutazioni, basate unicamente sulle immagini e le descrizioni disponibili. Facci sapere le tue opinioni!


    Arenas - Gracias por el enlace, ma avevamo già consultato l'eccezionale sito web di Miguel Moreno Gallo. In realtà, più che nuovi siti (ne abbiamo già migliaia in lista), avremmo bisogno di una selezione tra quelli che abbiamo in archivio. Ad ogni modo, abbiamo trovato numerose fonti sul Web che potrebbero essere utili anche ad altri appassionati di megaliti:



    Cossue - Gracias por las coordenadas... Un GPS è utilissimo per trovare rapidamente un sito, ovviamente solo si conoscono con precisione le sue coordinate!

  3. #3 Llug 07 de mayo de 2008

    Stonepages, il sito web è bello!!.  Ricorda che c'è sono anche nuraghi a Ignusa (Sardinia)(ho laboriatto cinque mesi là ;-).

    Cossue, companheiro, algumha cousa boa tem que ter trabalhar pelo mundo ;-)  Mas acho que controlar nom controlo língua nenhumha, isso sim, chapurrear, chapurreo umhas quantas xDDDD

    Saúde

  4. #4 Stonepages 07 de mayo de 2008

    Cossue - lo sai che per la Spagna esiste il sistema di foto aeree SigPac che ha una risoluzione molto più alta di Google Earth? Prova a guardare questi esempi riferiti al sito de la Casota do Paramo che mi hai dato:


    Google Earth

    Google Earth


    SigPac

    SigPac


    Come vedi, la differenza è notevole... Per l'accesso alla pagina principale del sistema SigPac, clicca qui.


    L'unico problema è che Google Earth usa un sistema di coordinate basato sullo standard WGS84, mentre SigPac usa lo standard UTM ED50. E la conversione tra i due sistemi è complicata e noiosa...

  5. Hay 4 comentarios.
    1

Si te registras como usuario, podrás añadir comentarios a este artículo.

Volver arriba